Primavera/estate su eBay: come affrontare la stagione 2021

Se pur timidamente (a causa del meteo) e con tutti i timori del caso (Covid ancora ) la primavera è alle porte.

Della stagionalità ne abbiamo parlato già diverse volte, ti ho dato idee per settori merceologici, abbiamo discusso di come e quando preparare adeguatamente una stagione…ma sei sicuro che le inserzioni preparate per la stagione estiva 2020 siano ancora performanti?

In questo articolo ti spiego come fare la verifica delle inserzioni attive su eBay e controllare che anche per la stagione primavera/estate 2021 possano darti ottimi risultati.

Ecco le 5 verifiche che devi fare per preparare una nuova stagione di vendita.

1. La verifica del Titolo

Lo sappiamo, se l’inserzione converte il titolo non si tocca. Nessuna modifica, nemmeno una virgola. Ma siamo sicuri che tutte le parole chiave che abbiamo inserito siano valide anche per quest’anno? Lo sai che l’algoritmo di eBay si aggiorna periodicamente anche in base alle ricerche degli utenti? Quindi probabilmente se non analizzi nuovamente il prodotto che hai in vendita potresti perdere delle nuove occasioni, date dalle keyword che nel corso del tempo sono diventate rilevanti. Quindi, per quanto riguarda la verifica del titolo, simula un nuovo inserimento del prodotto, controlla se ci sono novità. Se così fosse, NON modificare la tua inserzione ma creane una nuova con le nuove parole chiave che hai individuato e monitora.

2. La verifica del posizionamento

Bene, lo scorso anno hai venduto tanti ombrelloni per il mare. Ad un certo punto le vendite si sono fermate perché la stagione è passata. Ok, ora sei convinto che appena le persone torneranno al mare, i tuoi ombrelloni torneranno ad essere venduti. Ma hai verificato a che punto delle ricerche sono? In quale pagina? Hai verificato se il periodo di stallo ha spedito la tua inserzione nelle ultime pagine e quindi nessuno mai ti troverà? Se un inserzione non vende da tanto tempo devi capire a che punto della “serp” di eBay si trova. Probabilmente, anche se lo scorso anno ha generato vendite interessanti, sarà necessario chiudere e riaprire per dargli un nuovo boost.

3. Cosa va di moda

Tecnicamente sei perfetto. Titoli e posizionamento sono buoni, attendiamo le vendite. Ma hai già fatto un’analisi delle tendenze di mercato? Sai se in quella determinata categoria ci sono nuove mode o nuovi oggetti potenzialmente allettanti per i tuoi clienti? Lo so, sto facendo troppe domande…

4. Verifica delle giacenze e dei prezzi al fornitore

Già a gennaio 2021 è stato lanciato l’allarme degli aumenti dei costi del trasporto marittimo con i container provenienti dalla Cina. Secondo il Financial Times, in un articolo di inizio anno, il trasporto di un container da 12 metri è passato da circa 2000 dollari a 9000 dollari. Questo per una serie di cause dovute al lockdown, a una carenza di container vuoti e al balzo successivo della richiesta di merci da importare dall’Asia in seguito all’aumento esponenziale delle vendite on-line.

Questo ha generato sicuramente dei blocchi nell’approvvigionamento di merce dei grossisti che, probabilmente, hanno aumentato i prezzi e diminuito le unità disponibili. Quindi, prima di lanciarti nelle vendite di barbecue e piscine, ombrelloni da mare e racchettoni, verifica con i tuoi fornitori che le condizioni non siano cambiate e che gli oggetti siano realmente disponibili nei depositi italiani. Potrebbe essere necessario trovare nuovi fornitori e stipulare nuovi accordi.

5. Le nuove esigenze dei clienti

Il periodo purtroppo non è quello spensierato, quello che ci fa attendere con ansia la bella stagione per pensare alle gite fuori porta e alle vacanze. In moltissimi sceglieranno di non muoversi dalle proprie abitazioni, senza contare l’incertezza di eventuali nuove misure stringenti adottate dal Governo per contenere i contagi. Questa nuova condizione, abbiamo imparato, che ha generato nuove necessità. Le persone vogliono comunque continuare a vivere le loro passioni o comunque trovarne delle nuove compatibilmente con le misure anti-covid.

Pertanto è probabile che chi aveva un determinato stile di vita, possa cercare di replicarlo con quello che adesso ha a disposizione. Ad esempio, una persona che frequentava assiduamente le palestre potrebbe aver iniziato a fare jogging o vorrà comprare una bicicletta. Chi aveva l’abitudine di frequentare bar e ristoranti, forse inizierà a cercare ingredienti e suppellettili per ricreare l’irrinunciabile rito dell’aperitivo sul terrazzino di casa…

La domanda genera sempre l’offerta. 

Un saluto da Max!

 

What's your reaction?
7MI PIACE1BLEAH...1LOVE0FICO!

Lascia un commento