Blocco vendite su eBay | Sei sicuro che le tue inserzioni siano in ordine?

Nelle ultime settimane si sta diffondendo un certo malcontento tra alcuni venditori eBay che riscontrano un calo di vendite. Alcuni hanno segnalato che i clienti lamentano problemi con con la chiusura dei carrelli, altri non sono ancora migrati al nuovo metodo di pagamento…

Inutile negare che c’è un po’ di confusione, anche se ufficialmente eBay non ha comunicato nessuna criticità. Il sistema di pagamento “misto” può effettivamente stordire il cliente che magari oggi acquista da un venditore con vecchio metodo e domani quando trova un venditore con metodo nuovo può trovarsi spaesato e confuso e quindi abbandona l’acquisto…ci sta, come in tutti i cambiamenti radicali la fase di rodaggio è sempre quella più critica.

A parte questo, nella maggior parte dei casi il calo delle vendite può dipendere da altri fattori. In questi giorni sono capitati casi nel gruppo Vivere e lavorare con eBay che mi hanno confermato come ancora alcune caratteristiche fondamentali delle inserzioni non siano rispettate. E di conseguenza, quando l’algoritmo se ne accorge, penalizza l’intero negozio con cali di visualizzazioni e performance drastici. 

Contenuti attivi

Uno degli elementi spesso sottovalutati è la presenza di contenuti attivi nelle inserzioni.

E’ da qualche anno che eBay dà letteralmente la caccia a tutte quelle inserzioni che hanno contenuti attivi nelle descrizioni.  Ma cosa sono i contenuti attivi? E-mail cliccabili che rimandano all’ invio del messaggio tramite gestore esterno della posta, link esterni, animazioni, video, icone per la condivisione sui social.

Perciò per assicurarsi di non avere contenuti attivi nelle nostre inserzioni devi verificare questi aspetti:

  1. Le foto che inserisci nella descrizione devono essere https. Quindi potrai utilizzare uno spazio di hosting di tua proprietà assicurandoti che tutte le immagini abbiano il protocollo https.
  2. Nella descrizione non dovranno esserci link. Di nessun tipo, a meno che non puntino ad altre inserzioni all’interno di eBay. Nessun sito personale, nessuna pagina social, niente e-mail che si aprono nel gestore di posta.
  3. Nessun contenuto Javascript, Flash, Formulari o Plugin.

Insomma, le inserzioni devono essere “pulite” senza fronzoli aggiuntivi.

Fino a qualche tempo fa eBay si avveleva di i-ways per controllare le inserzioni non conformi al protocollo HTTPS ma da diverso tempo (31 dicembre 2017) questo strumento non è più utilizzato. Per verificare se le inserzioni hanno contenuti attivi eBay mette a disposizione una sezione dedicata nel nostro pannello di controllo.

Questo problema si verifica nella maggior parte dei casi in chi ha molte inserzioni, magari create da diverso tempo, e non ha ha eseguito un restyling completo. Ricordate che basta anche UNA SOLA INSERZIONE che non rispetta le regole dei contenuti attivi e l’intero negozio crolla. Le sponsorizzate non avranno più efficacia e in alcuni casi il blocco si verifica da un giorno all’altro, senza un apparente motivo.
Tempi di imballaggio

Nell’era degli acquisti lampo, tempi troppo lunghi di ricezione da parte del cliente possono scoraggiare all’acquisto. Diciamo che questa non è la scoperta dell’acqua calda, sappiamo anche che è più importante rispettare i tempi di spedizione piuttosto che cumulare ritardo, ma probabilmente se tutte le tue inserzioni hanno tempi lunghissimi di evasione, l’acquirente potrebbe cercare qualcun altro che spedisce lo stesso oggetto in tempi più brevi. Sappiamo che il Rapido e Gratuito è una caratteristica apprezzata dall’algoritmo per favorire la rilevanza delle inserzioni, anche se non è una condizione imprescindibile.

Per questo verifica i tempi di elaborazione, prova ad accorciare anche i tempi dove ti è possibile in modo da favorire un’esperienza di acquisto ottimale al cliente e mostrarti efficiente e con magazzino reale agli occhi dell’algoritmo. Verifica anche di non aver erroneamente impostato la modalità vacanze, è successo anche questo…😅

Moduli di contatto ed elusione tariffe

Non si portano i clienti fuori eBay. Senza obiezioni. Scrivere esplicitamente nella descrizione di contattarvi per avere maggiori sconti per acquisti fuori eBay non è una mossa saggia. Né scrivere a caratteri cubitali il vostro numero di telefono o la vostra mail. E’ possibile solo indicare i recapiti alternativi per “ulteriori” informazioni, per fornire un servizio clienti più completo e umano ma mai, nemmeno per errore, deve esserci il sentore che volete farvi contattare per concludere la vendita fuori dalla piattaforma.

Prima di dare la colpa a eBay…

Il momento non è dei più facili per la piattaforma. Questo è anche comprensibile considerate anche le variazioni tecniche che eBay sta apportando per migrare tutti i venditori al nuovo metodo di pagamento. Ma è sempre buona norma controllare che il nostro orticello sia in ordine, che tutto rispetti le regole. E’ bene anche guardarsi intorno, comprendere gli eventi che interessano l’economia e la società. Ad esempio, se ti rivolgi ad aziende è probabile che i consumi diminuiscano in concomitanza di scadenze fiscali, oppure ancora il cambio di consumi e abitudini dovuti alla pandemia di Covid-19, settimana scorsa in questo articolo ho dato anche qualche suggerimento su come preparare la stagione primavera/estate 2021…

Studiate e analizzate sempre, eBay ha tutto l’interesse di farvi crescere e fatturare!

Un saluto da Max!

 

What's your reaction?
34MI PIACE13BLEAH...0LOVE1FICO!

Lascia un commento