Facciamo chiarezza sulle performance dei venditori eBay

Se hai iniziato a vendere su eBay probabilmente avrai sentito le parole “performance venditore” decine di volte.

Ma sai esattamente di cosa di tratta? Sai come incide sulle tue vendite questa valutazione periodica di eBay? Ti spiego un po’ come funziona.

Innanzitutto, sono previsti tre livelli di venditore:

  • Affidabilità Top: sono i migliori venditori di eBay, offri ai clienti un servizio eccellente e soddisfi alcuni requisiti specifici (che ti spiegherò dopo quali sono)
  • Sopra lo standard: assegnato a chi soddisfa gli standard minimi dei venditori
  • Sotto lo standard: assegnato a chi non soddisfa gli standard minimi richiesti ai venditori

Si intuisce già da sé che, per essere un venditore TOP devi puntare ad ottenere la massima valutazione. Anche perché, come dice lo stesso eBay, scendere sotto lo standard è un grave danno per la tua attività: non potrai utilizzare le inserzioni sponsorizzate, non puoi creare nuove campagne o modificare quelle esistenti e, cosa più grave di tutte, le tue inserzioni perderanno visibilità nei risultati di ricerca. Nei casi più gravi l’account potrebbe addirittura subire una sospensione.

Tutte le metriche che regolano il tuo status del venditore sono raggruppate genericamente nell’acronimo di DSR, di cui probabilmente mi hai sentito parlare più volte nei miei video sul canale YouTube.

Ma quali sono i parametri da rispettare per arrivare all’Affidabilità Top?
  1. Difetti per transazione : se annulli un ordine perché hai esaurito un oggetto o senza alcuna motivazione, questo incide sulla tua performance. Pertanto sii sempre attento alla reale disponibilità degli oggetti che metti in vendita ed evita che le persone acquistino da te se non puoi spedirgli l’oggetto. A tal proposito, se dovesse capitare, ti dò un consiglio: contatta immediatamente l’acquirente, sii ovviamente cortese e professionale, e trova una soluzione per ovviare il problema, ad esempio con la sostituzione dell’articolo con uno di pari o maggiore valore o chiedi al cliente che sia lui a richiederti l’annullamento dell’ordine.
  2. Controversia chiusa senza risoluzione da parte del venditore: penso di averne parlato milioni di volte. Se l’acquirente apre una controversia per un qualsiasi motivo (oggetto non ricevuto, oggetto non conferme alla descrizione, oggetto danneggiato), devi SEMPRE rispondere e TROVARE UNA SOLUZIONE. Sappiamo benissimo che il cliente NON ha sempre ragione, che il “reso facile” è un’abitudine che crea danni, ma non possiamo nemmeno ignorarli. Se avessi un negozio fisico e qualcuno venisse a fare un reclamo, lo cacceresti fuori in malo modo? Trovare sempre una soluzione e, in alcuni casi, mettere in conto di dover rimborsare.
  3. Spedizioni in ritardo: non fare il fesso, se non hai la logistica che ti permette di fare le spedizioni e gli imballaggi in un giorno. ALLUNGA I TEMPI E STOP. Usa corrieri affidabili,  ho dedicato un intero articolo su come spedire correttamente gli ordini, dagli un’occhiata.

Questi sono i tre pilastri da rispettare. Alla fine non è niente di complicato se vuoi fare questo lavoro seriamente.

Ma questo basta?

eBay ci chiede qualche altro requisito per ottenere l’Affidabilità TOP. In particolare:

  • Bisogna avere un account da almeno 90 giorni
  • Aver completato almeno 100 vendite per 1000 euro negli ultimi 12 mesi in Italia  ed essere almeno un venditore Powerseller Bronzo
  • Avere una percentuale di difetti inferiore allo 0,5%
  • Avere una percentuale di controversie chiuse senza risoluzione non superiore allo 0,3%
  • Non superare il 5% di spedizioni in ritardo
  • Ovviamente rispettare le regole di vendita di eBay
Ma quindi i feedback sono irrilevanti, dirai…

Sostanzialmente sì. L’unica limitazione è che quelli positivi non scendano al di sotto del 98%, questo potrebbe farti perdere lo status di Powerseller. Ma, in tutta onestà, se hai una marea di feedback negativi tanto da scendere sotto al 98% di positivi, è evidente che hai un problema. Se i clienti continuano a lamentarsi, non puoi trovare tutti tu quelli che congiurano contro la tua attività. A tal proposito eBay ha una guida molto dettagliata su tutti i casi dove è possibile chiedere la revisione e la rimozione dei feedback negativi, sappi che hai anche la possibilità di contattare l’assistenza per questo. Ma ovviamente, non è il caso di abusarne.

Per concludere quindi, le regole da rispettare sono abbastanza facili e intuitive. Il bello di questo marketplace è che non ha una politica dittatoriale, ha stabilito un regolamento che non è difficile da condividere. Se come venditori vogliamo sempre acquirenti corretti, che pagano subito e che non si lamentano troppo, è anche vero che PRETENDERE da parte di eBay la professionalità dei suoi venditori sia il minimo.

Pertanto, fai il bravo e buone vendite!

Un saluto da Max!

What's your reaction?
7MI PIACE0BLEAH...0LOVE0FICO!

Lascia un commento