COVID-19 | Cosa sta facendo eBay per i venditori

Nei giorni scorsi, ai venditori professionali, è arrivata una comunicazione dell’assistenza eBay che a molti ha fatto tirare un sospiro di sollievo. In particolare il messaggio diceva che “nel caso in cui dovessimo venire a conoscenza di ritardi nelle consegne, provvederemo ad aggiornare i giorni di consegna previsti e, per problemi relativi alle spedizioni fuori dal controllo dei nostri venditori, porremo in essere tutte le misure necessarie alla loro protezione.”

Chi ha venduto su eBay nel precedente lockdown di marzo, sa che a un certo punto,  il dipartimento delle performance ha deciso di non segnare come difetto sul DSR tutte quelle spedizioni che erano arrivate in ritardo. E’ stato un provvedimento eccezionale e sicuramente apprezzabile, che dimostra un reale aiuto per i venditori. Un provvedimento “umano” che ha evitato il tracollo di moltissimi account, mantenendo gli standard di affidabilità che ciascuno aveva prima dell’inizio della pandemia.

La valutazione delle performance fu “congelata” dal 20 marzo al 20 giugno 2020, rimuovendo automaticamente tutte le segnalazioni di consegna in ritardo, le transazioni annullate dal venditore e i feedback negativi e neutri ricevuti per quelle transazioni.

eBay comunica molto con i suoi venditori, tutti gli aggiornamenti per la situazione Covid-19 sono disponibili QUI e ti consiglio di consultarli regolarmente.

Ma cosa devi fare tu in questo momento?

Al momento i criteri di valutazione delle tue performance rimangono invariati. Pertanto non “cullarti”, eBay ha solo avvisato che nel caso in cui la situazione dovesse peggiorare e i corrieri dovessero accumulare ritardi, prenderà in considerazione la riattivazione della protezione degli account. Ma, per il momento, tutto procede come sempre.

Come dicevo in questo articolo, sii previdente e gestisci al meglio le tue giacenze e le spedizioni. Se temi che qualcosa possa andare storto, allunga i tempi di imballaggio. Lo ripeterò fino alla noia.

Non mettere in vendita oggetti vietati

eBay ha posto una serie di limitazioni ad alcuni articoli legati alla pandemia. Sicuramente, se sei iscritto al mio gruppo Facebook Vivere e Lavorare su eBay, avrai letto che ci sono alcuni articoli che non possono essere messi in vendita, come mascherine e gel igienizzanti. La motivazione di eBay nel vietare la vendita di questi oggetti è che, considerata l’importanza di questi dispositivi, si vuole evitare che vengano accompagnati da “messaggi potenzialmente impropri ed incompleti o con prezzi di acquisto maggiori rispetto a quanto osservato sul mercato prima della diffusione del Coronavirus”.

Inutile negare che, in realtà, nonostante eBay avesse comunicato che autorizzava alla vendita di questi prodotti solo alcuni venditori, gli oggetti siano ampiamente diffusi. Questo però non ti autorizza automaticamente alla messa in vendita. Il rischio ormai dovresti conoscerlo: sospensione e limitazione dell’account nel caso in cui l’inserzione venisse individuata o segnalata.

Altra cosa da non fare è gonfiare eccessivamente i prezzi rispetto al normale prezzo di mercato. Sia perché chiunque potrebbe segnalare la tua inserzione e sia perché, diciamolo, lucrare sulle disgrazie altrui durante una pandemia non è proprio una cosa bella.

Continua a studiare

Questa è un’altra cosa che continuerò a ripetere fino alla noia. Le analisi di questo nuovo mercato, le strategie di vendita, la ricerca di nuovi prodotti e l’analisi dei dati sono il pane quotidiano per tutti i venditori eBay. I periodi storici particolarmente incerti ci costringono a monitorare continuamente il nostro negozio. Perché tutto potrebbe cambiare da un momento all’altro.

Un saluto da Max!

What's your reaction?
5MI PIACE0BLEAH...0LOVE0FICO!

Lascia un commento