eBay | Scelta tra prodotto e settore merceologico

Questa prima lezione è dedicata alle aziende e alle persone che vogliono iniziare ad approcciarsi alle vendite su eBay.

Questo articolo è il riassunto della live che ho tenuto nel gruppo Facebook Vivere e lavorare su eBay e fa parte di un programma lungo per tutto il mese di maggio 2021, se vuoi vedere il video visita QUESTA pagina.

Da un sondaggio tenuto tra tutti gli utenti del gruppo Facebook è emerso che la maggior parte delle persone ritiene necessario trovare il prodotto vincente, ovvero quell’oggetto che vende in modo continuativo,  da poter piazzare su eBay.

Altri parametri che possono definire un prodotto vincente sono:

  • Un prodotto di tendenza, molto ricercato e desiderato dagli utenti
  • Un prodotto che viene venduto a Basso Costo e ha un’alta rotazione
  • Un buon posizionamento nei risultati di ricerca perché ha acquisito rilevanza, dovuta dalle molte vendite effettuate

Un prodotto a basso costo può essere sicuramente anche rilevante. Perché il prezzo concorrenziale sicuramente mi fa fare molte vendite ma questa è una strategia che, a lungo termine, non è ottimale. Il motivo è semplice da capire: se continuo ad abbassare il prezzo o se utilizzo sponsorizzazioni molto forti, anche il mio margine si ridurrà drasticamente.

In realtà, seguendo le giuste strategie, non necessariamente il prezzo più basso fa ottenere la rilevanza migliore. Ricordiamoci che eBay è una piattaforma MERITOCRATICA. Vince chi ha le inserzioni migliori, non chi ha il prezzo più basso.

Il prodotto di tendenza: tutti lo vogliono, tutti lo vendono…ma ha un ciclo di vita. Non è eterno. Questo dipende da quanto quell’oggetto viene “spinto” da chi lo produce, da chi lo distribuisce…non farti illusioni, le mode cambiano repentinamente, perdono di popolarità e di conseguenza chi ha puntato su questa tipologia di prodotti può rischiare di avere enormi giacenze di magazzino invendute. Ricordati che chi produce (i cinesi) arrivano prima dei distributori italiani, quando il lancio è sotto gli occhi di tutti e le vendite hanno il boom, loro stanno già pensando alla moda successiva.

Quindi, attenzione. I prodotti di tendenza non possono essere quelli su cui puntare il tuo intero business. Sono troppo instabili. E ti costringe a fare la GUERRA DEI POVERI, a meno che tu non possa fare grossi investimenti e che arrivi su questa tipologia di oggetti PRIMA di tutti gli altri.

Nel mezzo sta sempre la verità. Non ti suggerisco di abbandonare i prodotti di tendenza, questi ti permettono di aumentare gli incassi e favorire il DSR, aumentando le medie. Hai bisogno di un catalogo, di una CATEGORIA MERCEOLOGICA, lo zoccolo duro che ti fa marginare. I prodotti ad alta rotazione ti servono solo da traino al negozio, da “contorno”. I tuoi guadagni DEVONO essere altrove.

Facciamo un esempio e ipotizziamo un venditore di Ferramenta.

Arriva l’estate, in una finestra di circa un trimestre questo settore ha oggetti fortemente stagionali. Pensiamo alle amache, ai barbecue, alle piscine…sono prodotti che possono essere considerati vincenti, con altissima rotazione e richiesta in un tempo limitato, con tanti venditori che si fanno la guerra…puoi venderli pure tu, ma devi considerare che potrai non avere grandi margini. Non puoi basare tutta la tua attività su questo però, devono essere degli asset, la loro vendita deve essere STRUMENTALE. Devi avere un obiettivo, una strategia: fare volumi per ottenere un migliore contratto di spedizione, svuotare il magazzino, migliorare le tue performance del DSR, ottenere rilevanza…e via dicendo.

Tutto deve essere programmato, può sembrare di vendere a perdita seguendo questo ragionamento…eppure, nell’attività complessiva questi piccoli asset hanno una loro utilità nell’andamento generale del negozio.

Q&A – DOMANDE E RISPOSTE

Questa è una raccolta delle domande che i membri di Vivere e Lavorare su eBay mi hanno posto su questo argomento. Ecco le mie risposte!

Come si trova il prodotto di tendenza?

Devi analizzare gli oggetti venduti. Inserisci una parola chiave nel campo di ricerca e seleziona nella colonna a sinistra solo gli oggetti venduti. Avrai la possibilità di verificare quanti oggetti sono stati venduti, quando, a che prezzo e da quali venditori. Da questo può già farti un’idea.

Cosa vuol dire piccolo asset?

Facciamo un esempio: il mio stipendio è un asset. Ho un lavoro principale. Poi decido di fare dei piccoli investimenti in borsa. Quello è un altro asset. Portando l’esempio ai prodotti di tendenza, è una piccola porzione del catalogo che mi porta degli introiti.

Ciao Max, ho un solo prodotto…

Si tratta di un prodotto artigianale? Hai verificato che questo prodotto si vende? Tendenzialmente avere un solo prodotto (o un solo prodotto di tendenza) è sbagliato.

Ma se i tra i venduti ci sono 3 o 4 al giorno, è positivo o negativo?

Dipende. Se sono prodotti hanno alto valore, direi di sì. Devi verificare anche il numero di venditori che trattano quell’oggetto. Se sono migliaia magari non è un buon parametro. Se i venditori sono di meno, forse è un settore dove puoi pensare di inserirti. In realtà non esiste una vera e propria metrica.

All’inizio, quando si pubblica una nuova inserzione di un prodotto che ritieni di tendenza, è preferibile partire con sponsorizzazione per aumentare la rilevanza e poi, una volta ottenuta, interrompere la sponsorizzata?

Personalmente utilizzo le sponsorizzate solo in alcuni casi: per la partenza quando ho difficoltà di posizionamento, quando il prodotto non è conosciuto o quando ho molti competitor. La sponsorizzata mi serve per avere dati. Avendo una mole maggiore di dati, in fase di lancio di un prodotto, posso capire tra gli A/B test che lancio qual è quello migliore.

Nel mio catalogo è consigliabile avere merce differenziata? Ad esempio se vendo sigarette elettroniche e voglio vendere anche gli accessori per telefoni è consigliabile o devo avere un solo settore merceologico?

Se questo ti porta a fare incassi, certo! Se invece vuoi scalare, vuoi crescere in un determinato settore, avendo diverse nicchie di mercato i dati che ricaverai sono molto diversi e difficili da analizzare. Devi trovare il modo di tracciare i dati in modo differenziato.

I prodotti si scelgono in base alle vendite o in base alla stagionalità?

Entrambe. Devi incrociare le stagioni con i prodotti di maggior tendenza.

Un articolo che si vende a 25 euro, 5 pezzi al giorno con un ROI del 150% si può considerare un buon prodotto?

Beh sì, certo.

Per quanto riguarda il settore merceologico dei libri usati, come si può rendere un libro un prodotto vincente?

Non è possibile “rendere” un prodotto vincente. Se hai libri ricercati, best seller, saranno vincenti per il tempo di “moda”.

 

Se vuoi vedere tutte le domande e risposte, anche extra argomento, QUI trovi tutta la live.

Un saluto da Max!

What's your reaction?
2MI PIACE0BLEAH...0LOVE0FICO!

Lascia un commento