A/B TEST | Come si fa nel modo corretto su eBay?

Probabilmente avrai sentito già parlare dell’A/B test, soprattutto per quanto riguarda le campagne pubblicitarie e le strategie di marketing in generale.

E’ un metodo con il quale si testa quale versione di un progetto renda meglio. Nel caso di eBay, ovviamente, si tratta di verificare quale sia l’inserzione che performa e converte meglio. Ma ci sono alcuni criteri imprescindibili affinché il test risulti efficace e ci dia dei dati attendibili e che, soprattutto, non incorriamo nel rischio di inserzioni duplicate che non sono ben viste da eBay.

Fino a qualche anno fa alcuni venditori pensavano di riuscire a “saturare” le ricerche duplicando le inserzioni per decine di volte. Chiunque cercava un determinato oggetto, inevitabilmente, si imbatteva nello stesso venditore per pagine e pagine. Con il tempo, per fortuna, eBay ha penalizzato tantissimo questo comportamento e ha vietato la duplicazione delle inserzioni identiche.

Possiamo pubblicare due inserzioni che vendono la stessa cosa SOLO se hanno elementi diversi. E così abbiamo anche la possibilità di effettuare i nostri test.

Un A/B test su eBay deve durare ALMENO 30 giorni. Questo è il punto fermo per ottenere dei dati attendibili. Altra condizione fondamentale: l’elemento di differenza deve essere soltanto uno.

Facciamo qualche esempio.

Ipotizziamo che tu voglia mettere in vendita una sedia a sdraio. In questo articolo abbiamo analizzato come costruire un titolo efficace proprio per questo stesso esempio. Ti invito a leggerlo. Durante la costruzione del titolo per la nostra sedia a sdraio ti sei reso conto che ci sono più parole papabili che potrebbero essere utili nella ricerca del prodotto, ma i caratteri a tua disposizione non ti danno la possibilità di inserirne altri.

Un A/B test sul titolo potrebbe essere quello di sostituire una keyword con un’altra. L’elemento distintivo sarà solo quello. Foto, descrizione e prezzo dovranno essere identiche.

Altro esempio di A/B test potrebbe essere sulla fotografia: nel caso della nostra sedia a sdraio potrebbe essere valido un test con la sedia su fondo bianco e la sedia contestualizzata nell’ambiente di utilizzo (ad esempio un giardino). Anche in questo caso, mi raccomando, si cambia solo la foto.

Un test che invece non ha molto senso fare è quello del prezzo, ovviamente. Come detto decine di volte, mai fare la guerra del prezzo. Sarebbe una prova sostanzialmente inutile 😃

Altra cosa fondamentale di un A/B test e che le inserzioni partano nello stesso momento: una pubblicazione a distanza anche di poche ore l’una dall’altra falserebbe i tuoi dati. Dopo di che, per trenta giorni, non devi fare ASSOLUTAMENTE niente. Né modifiche, né aggiustamenti, né chiusure dell’inserzione. Pena: ricominciare il test daccapo.

Una volta trascorsi i 30 giorni dalla pubblicazione è il momento di analizzare i dati.

Dalla schermata Performance > Traffico seleziona innanzitutto il periodo che vuoi analizzare.

In basso cerca le due inserzioni che vuoi confrontare e analizza:

  • Le impressioni, cioè il numero totale delle volte che la tua inserzione è stata vista dagli utenti.;
  • Visite di pagine eBay tutte le volte che un utente è entrato nella tua inserzione;
  • Tasso di click-through è il rapporto tra impressioni e visite, calcolato in percentuale. Ad esempio un click-through dello 0,5% corrisponde a 1000 impressioni e 5 visite.

Se le tue inserzioni hanno venduto entrambe è interessante ovviamente verificare anche la Quantità Venduta e il Tasso di conversione vendite.

Potrebbe sembrare che l’analisi di questi dati è abbastanza semplice: vince chi ha avuto più impressioni, più visite e via dicendo. Ma non sempre è così. Potremmo trovarci di fronte a situazioni “anomale” come ad esempio un alto tasso di impressioni ma zero vendite per la versione A a fronte di poche impressioni e qualche vendita per la versione B.

In questo caso, qual è l’inserzione da tenere? In alcuni casi un solo A/B test su eBay non è sufficiente. Per alcuni venditori il testing non finisce mai, soprattutto quando si introduce un nuovo prodotto.

Chi è convinto di iniziare a vendere in modo profittevole su eBay caricando massivamente decine di prodotti è fuori strada. Ogni articolo necessita di prove e sicuramente gli A/B test sono parte integrante.

Talvolta i risultati di un test possono portare a esiti inaspettati, ogni test in realtà ha una sua utilità: hai la possibilità di stabilire nuovi standard, analizzare le abitudini di navigazione degli utenti e imparare quello che più attira la loro attenzione, creando contenuti uniformi per il tuo tipo di clientela, per il tuo avatar che, con il tempo, inizierai a conoscere sempre più anche attraverso gli A/B test.

Per concludere, tornando al nostro esempio della sedia a sdraio, se hai capito che la tua clientela (ipotizziamo che siano possessori di giardino a cui piace vedere gli oggetti contestualizzati in un prato) sono attirati da una determinata immagine, potrai utilizzare quello stesso concept anche per altri oggetti della stessa categoria.

Non si finisce mai di studiare. E di testare!

Buon lavoro da Max!

What's your reaction?
9MI PIACE0BLEAH...0LOVE0FICO!

1 Comment

  • Carmine Isaia
    Posted 22 Settembre 2021 19:18 0Likes

    Tutto ok grazie

Lascia un commento

Privacy Policy