Come si genera il traffico su eBay: differenza tra umano e bot

Nel mese di aprile 2022 eBay ha introdotto un importante cambiamento. Tra i dati a disposizione dei venditori, la modalità di conteggio delle visite alle pagine delle inserzioni ha subito una variazione. In particolare, eBay ha comunicato che il conteggio delle visite si baserà su intervalli di 30 giorni invece che sull’intera durata dell’inserzione e, cosa più importante, è stato rimosso dal conteggio tutto il traffico non umano.

Cos’è il traffico non umano o bot?

Partiamo con fare un po’ di chiarezza per quanto riguarda la terminologia. Secondo alcuni studi di Statista.com ad oggi il traffico internet è generato per circa il 40% da programmi automatici chiamati “bot” che scansionano i siti web, compreso eBay. Questo traffico tuttavia non rappresenta acquirenti o possibilità di vendite reali e, secondo gli studi del team di eBay, non fa altro che “falsare” i dati delle visite.

In questo traffico non umano bisogna inoltre dare una distinzione tra “bot benevoli” e “bot dannosi”.Questi ultimi, in particolare, sono per la maggior parte progettati per rubare contenuti e dati di accesso, generare annunci fraudolenti e così via. Quelli benevoli invece servono più che altro per affinare i risultati di ricerca, creare contenuti pubblicitari “sani” e, in generale, “addestrare” gli algoritmi alla ricerca di trend di ricerca e abitudini dell’utenza reale.

A proposito di distribuzione del traffico tra umani e macchine, è interessante questo grafico di seguito riportato che da un confronto dei dati tra il 2019 e il 2020 e che possiamo sicuramente prendere ad esempio anche per l’anno in corso.

Come dicevamo, circa il 40% del traffico su internet è generato da bot, diviso a sua volta tra traffico “buono” e traffico “maligno”.

Perché eBay sta escludendo il traffico bot dal conteggio delle visite?

Banalmente, sono dati che a noi non servono. Pur se volessimo escludere solo il traffico maligno, tutte le visite effettuate da una macchina alle nostre inserzioni sono inutili ai fini della vendita. Ottenere dati migliori, generati esclusivamente da persone umane, dà la possibilità di ottimizzare le inserzioni. Ai venditori eBay interessano solo ed esclusivamente le visite reali che, potenzialmente, possono trasformarsi in vendite.

Molti si sono allarmati vedendo questo calo di visite. In realtà eBay dichiara che il numero di acquirenti su eBay non è cambiato, così come non è cambiato il numero “medio” di visitatori a una determinata inserzione. Semplicemente, escludendo il traffico bot, sembra che siano di meno.

Come si analizzano i dati delle visite ad un’inserzione?

Appurato che da aprile 2022 in poi il traffico che vediamo nella console venditori è quello “reale”, abbiamo la possibilità di analizzare inserzione per inserzione come cambia l’andamento. Nella tab Performance > Traffico c’è la possibilità di impostare l’intervallo di tempo e avere dati come le Impressioni (viene conteggiata un’impressione quando su eBay compare un link alla tua inserzione e l’acquirente si trova a un solo clic da questa), il Numero di Visitatori (include le visite provenienti da inserzioni sponsorizzate, inserzioni organiche su eBay e siti esterni, inclusi i motori di ricerca), il Tasso medio di click-trough (il numero di visite alla pagina delle tue inserzioni dall’interno di eBay durante un determinato periodo, diviso per il numero di impressioni. Esclude le visite provenienti da pagine esterne. Ad esempio, se la tua inserzione ottiene 1.000 impressioni e 5 visitatori da eBay, il tuo tasso di click-through è dello 0,5%) e il Tasso Medio di Conversione (la quantità venduta divisa per il totale delle visite alla pagina, provenienti sia dall’interno di eBay che da pagine esterne).

Hai dubbi su come funziona il nuovo metodo di conteggio delle visite? Fammelo sapere nei commenti!

Un saluto da Max!

What's your reaction?
6MI PIACE0BLEAH...0LOVE0FICO!

2 Comments

  • rosanna@c-eraunavolta.com
    Posted 25 Giugno 2022 07:38 0Likes

    A parte il calo impressionante di vendite dell’ultimo periodo, che ora sta cambiando leggermente, credo che avere un report degli ultimi 30 giorni sia più funzionale. Grazie mille per tutte le tue perle di saggezza, sono sempre molto utili. Rosanna.

  • Gianfranco
    Posted 25 Giugno 2022 08:11 0Likes

    Grazie,spiegazione utile ed esplicativa!!!

Lascia un commento

Privacy Policy